Uno spazio per me e voi che amate l’opera,…

Uno spazio per me e voi che amate l’opera,…

Uno spazio per me e voi che amate l’opera, il belcanto, la musica e il teatro. L’ho voluto qui sul mio sito, pensando di arricchirlo anche con altre cose di me. Immagino che vi piacerebbe conoscermi meglio.

Perciò vi parlerò delle produzioni che mi vedono impegnato nei teatri di tutto il mondo, ma anche delle mie riflessioni sulla musica, il mondo teatrale, la vita dei cantanti, la gioia di collaborare con artisti immensi, quello struggente desiderio di casa e dei figli che ti prende quando sei troppo lontano e troppo a lungo. E poi di Genova, la mia città. Un amore grande, al quale ritorno sempre da innamorato. Perché il mare e una storia millenaria ti ammaliano e ti danno un’orgogliosa consapevolezza di appartenenza.

E, più praticamente, vi informerò dei miei impegni e dei teatri dove potete vedermi all’opera.
Il mese di gennaio l’ho trascorso al Teatro alla Scala, impegnato nel ruolo di Alfredo. L’allestimento è quello già storico, veramente sontuoso, firmato da Liliana Cavani per la regia, da Oscar Dante Ferretti per le scene e da Gabriella Pescucci per i costumi.

Ricordate? La famosa Traviata che il Maestro Muti diresse alla Scala nel 1990. Sono orgoglioso di far parte di due cast stellari che segnano questa ripresa del titolo, al Piermarini fino al prossimo 17 marzo. Con questo, saranno tre i ruoli verdiani che ho cantato dallo scorso autunno ad oggi: Ernani alla Scala, Gabriele Adorno alla Royal Opera House e questo Alfredo ancora alla Scala. Una volata entusiasmante, in vista di un ingaggio che mi sta molto a cuore: il 31 gennaio e il 2 febbraio canto nella Messa da Requiem di Verdi al Bunka Kaikan di Tokyo, sotto la direzione di Riccardo Muti alla testa della Chicago Symphony Orchestra.

Amo Verdi.

Condividi su:
10 Comments
  • Roberta Nuzzo
    Rispondi

    Buona sera, Francesco. Sono di Genova anche io. Avrò l’onore di vedere il simon Boccanegra a febbraio. Sto tra l’altro ascoltando il cd della produzione diretta da Callegari del teatro regio. Spettacolare. Lei è il miglior adorno che abbia mai sentito. Visto che si tratta di un diario e che sto approfondendo l’opera in questione, può parlarcene? Grazie. Ancora complimenti!

    Roberta

    30/01/2019 at 21:13
    • Francesco Meli
      Rispondi

      Grazie Francesca, i commenti dei concittadini sono particolarmente benvenuti… Si gusti il nostro Simon Boccanegra nel nostro meraviglioso Teatro, ne scriverò appena possibile…

      02/02/2019 at 11:05
  • Manabu Morita
    Rispondi

    Ieri e’ stata veramente una prova d’assieme magnifica per Messa da requiem. Ero nel coro. Mentre facevamo la prova, mi venivano spesso lacrime, brividi e gioia. Vivan la musica, Verdi, M. Muti e Lei (anche tutti gli artisti sul palco). In bocca al lupo per oggi.

    31/01/2019 at 01:46
    • Francesco Meli
      Rispondi

      Verdi e il suo Requiem emozionano sempre, anche noi interpreti ci emozioniamo nel cantarlo. Sono felice di ricevere questo apprezzamento da un collega dell’ottimo Tokyo Opera Singers! Grazie

      02/02/2019 at 11:14
  • Alessandro Bisson
    Rispondi

    Buongiorno e complimenti vivissimi per la Traviata di domenica: un Alfredo di riferimento, cantante ed interprete di grandissimo pregio. E’ un piacere seguirla: saremo a Vienna per Elisir, a Baden Baden per Requiem e a Venezia per Aida. A presto!

    31/01/2019 at 16:32
    • Francesco Meli
      Rispondi

      Quanti complimenti gentile Alessandro. Grazie per essere un fan così attento ed entusiasta!

      02/02/2019 at 11:15
  • Philippe
    Rispondi

    I am’a french…..vous étiez magnifique en radames avec Anna

    04/02/2019 at 23:20
    • Francesco Meli
      Rispondi

      Merci Philippe, je suis d’accord. Anna est une merveilleuse Aida!

      10/02/2019 at 21:06
  • Antonio Perrone
    Rispondi

    uno spettacolo della natura!!!!

    05/02/2019 at 17:42
    • Francesco Meli
      Rispondi

      Grazie Antonio!

      10/02/2019 at 21:03

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.